Cerca
Chiudi questa casella di ricerca.
Datapath Logo
Cerca
Chiudi questa casella di ricerca.

I processori Datpath alimentano lo straordinario teatro sferico a 360° in Corea del Sud

Teatro di proiezione sferica Corea del Sud

sfondo 

Utilizzando la potenza e la flessibilità di Datapathdel pluripremiato Fx4, il Museo Nazionale delle Scienze di Gwangju ospita il primo teatro di proiezione sferica della Corea del Sud – Space 360. Questo teatro di proiezione sferica – 12 metri di diametro – può essere considerato un vero teatro VR del futuro. Quando i visitatori entrano, si ritrovano su un ponte di osservazione in vetro trasparente, che attraversa l'interno della sfera. Una nitida proiezione video a 360° intorno, sopra e sotto gli spettatori li immerge completamente mentre stanno a guardare. Si tuffano letteralmente in un mondo virtuale senza dover utilizzare visori VR.

La sfida

Le sale a proiezione completamente sferica possono essere considerate le sale cinematografiche del futuro. Tuttavia, la maggior parte di essi sono installazioni sperimentali uniche nel loro genere che utilizzano tecnologie già obsolete. L'obiettivo dell'integratore AV specializzato Front Pictures era quello di creare una sfera di proiezione della prossima generazione accumulando le migliori pratiche del mondo e implementando le più recenti tecnologie. Per essere sostenibile in futuro, il sistema doveva anche avere la massima risoluzione e luminosità di proiezione possibili, elevata efficienza energetica ed efficacia in termini di costi. Front Pictures ha una vasta esperienza nella progettazione di teatri e planetari a cupola intera. Entro la metà del 2017, l’azienda ha consegnato circa 150 sistemi a cupola intera in molti paesi in tutto il mondo. Ma durante la progettazione del sistema di proiezione per Space 360, il team dell'azienda ha dovuto trovare soluzioni tecnologiche e ingegneristiche uniche. A differenza di un planetario digitale convenzionale, dove i proiettori sono posizionati lungo il perimetro della cupola, le opzioni per posizionarli in una sfera completa sono sostanzialmente limitate. Una delle sfide è stata ideare un layout che evitasse le ombre proiettate dal ponte di osservazione, minimizzasse le aperture per i proiettori e, allo stesso tempo, massimizzasse la risoluzione e la luminosità della proiezione. Era anche importante posizionare i proiettori in modo da impedire loro di puntare la luce negli occhi degli spettatori.

La Soluzione

Tenendo conto di tutti i fattori, il team di Front Pictures ha deciso di utilizzare 12 proiettori e posizionarli attorno a due porte d'ingresso. Gli ingegneri hanno ideato una dozzina di tipi di layout di proiezione, considerando modelli di quattro diversi fornitori. Front Pictures ha utilizzato modelli 3D precisi della sede e ha calcolato la posizione e l'inclinazione di ciascun proiettore tenendo conto delle proporzioni, della risoluzione e degli obiettivi disponibili. È stata presa in considerazione anche la dimensione del proiettore, a causa dello spazio limitato dietro lo schermo sferico dove dovevano essere posizionati i proiettori. Anche i vincoli di prezzo sono stati importanti per rispettare il budget. Dopo aver effettuato ricerche, Front Pictures ha deciso di utilizzare i proiettori Barco PGWU-62L WUXGA con una sorgente di luce laser al fosforo.

Calibrazione dell'immagine

Lo schermo sferico crea notevoli distorsioni geometriche dell'immagine proiettata. Le distorsioni diventano ancora maggiori perché in una sfera di proiezione completa è impossibile posizionare i proiettori lungo il perimetro, poiché una sfera non ha bordi. Devono essere posizionati attorno alle porte d'ingresso sui lati opposti della sfera. Questo schema presenta molti vantaggi, ma posizionati in questo modo, i proiettori creano punti di luce irregolari e allungati con densità di pixel e luminosità irregolari. Il compito di creare un'immagine uniforme con luminosità uniforme diventa ancora più impegnativo quando le immagini proiettate si sovrappongono tra loro in questo modo.

Server multimediale

La generazione precedente di sistemi multiproiettore era costruita attorno al paradigma “un computer per un proiettore”. Ma questo approccio presenta svantaggi significativi, come un budget relativamente elevato per l'hardware del computer, più possibili punti di guasto, difficoltà nell'implementazione di una soluzione di failover adeguata e un maggiore consumo di elettricità. Un altro svantaggio dei sistemi cluster è la discrepanza nella velocità di riproduzione video su computer diversi, che può provocare una riproduzione video approssimativa e a scatti. Un'alternativa al sistema multi-server è l'approccio a server singolo. Nel 2010, Front Pictures ha sviluppato un motore video in grado di utilizzare ogni singolo bit di potenza dell'hardware del server multimediale ed elaborare contenuti multimediali ad altissima risoluzione in tempo reale. Un motore di rendering efficiente può gestire molti più display per singola macchina rispetto alla maggior parte delle altre soluzioni disponibili. Questa tecnologia, chiamata Screenberry, può riprodurre senza problemi video 8 x 8K su un massimo di 72 uscite devices, il tutto connesso a un solo computer. Con un trio di Datapath Fx4 Suddividendo l'ingresso della singola GPU in uscite da 12 WUXGA, il progetto non solo ha fornito una qualità delle immagini straordinaria, ma utilizzando questo approccio unico si è anche rivelato estremamente conveniente.

Guarda il nostro kit in azione

Guarda l'installazione del media-server e la calibrazione della proiezione sferica nel Museo Nazionale delle Scienze di Gwangju.

Server di proiezione della Corea del Sud del teatro

Hardware del server multimediale

Front Pictures ha sviluppato un motore video chiamato Screenberry, in grado di riprodurre senza problemi video 8 x 8K su un massimo di 72 uscite devices, il tutto connesso a un solo computer. Con un trio di Datapath Fx4 suddividendo l'ingresso della GPU singola in uscite da 12 WUXGA, il progetto ha fornito una qualità delle immagini straordinaria.

"Il cinema a proiezione sferica crea nuove possibilità per l'educazione e l'intrattenimento. Può 'teletrasportare' gli spettatori in qualsiasi luogo della Terra o dell'Universo con il suo incredibile effetto immersivo. È stato un grande piacere per noi far parte di questo progetto futuristico, che incarna davvero lo spirito innovativo della Corea del Sud. Crediamo anche che sia un passo significativo verso il futuro della cinematografia."

La lista dei kit

Datapath Fx4

GPU: nVideo GTX1080-8G

Processore: Intel Core i7-5960X

RAM: DDR4 64GB

Archiviazione dati: SSD da 1 TB

Interfaccia audio: scheda RME M-16 DA + RME HDSPe MADI

Elaborazione del segnale: Datapath Fx4. Tre segnali ad alta risoluzione di una singola GPU sono suddivisi in 12 uscite WUXGA con l'aiuto di 3 x Datapath Fx4 – l'ultimo modello della linea di Datapath processori per videowall.

Il server multimediale può riprodurre video in formato standard 360VR (equirettangolare) o file video 2xDome Master. Il server supporta anche l'acquisizione di segnali video esterni e lo streaming web.

Screenberry è anche responsabile della riproduzione audio a 11 canali

Ultimi Post

Link popolari