Cerca
Chiudi questa casella di ricerca.
Datapath Logo
Cerca
Chiudi questa casella di ricerca.

L'arte rinascimentale portata in vita da Front Pictures e Datapath

Front Pictures Artmall Renaissance Artwork Video Wall

Quando l'investitore e costruttore Art Mall annunciò che avrebbe creato un centro commerciale di 50,000 m² a Kiev, in Ucraina, forse la cosa più sorprendente fu il fatto che avrebbe avuto come fulcro una galleria d'arte accattivante e innovativa.

Inoltre, questa non doveva essere una galleria normale: il costruttore voleva creare uno spazio artistico multimediale di 1400 m² e si è avvalso dei servizi di Front Pictures, fornitore leader di soluzioni visive e interattive, per portare a compimento l'ambizioso concetto. Il sistema offriva un'alta risoluzione (47,344 x 800 px), un prezzo accessibile e un'elevata efficienza in termini di spazio/energia. Per aiutare a soddisfare questi criteri impegnativi sono stati impiegati non meno di 14 Datapath visualizzazione x4 wall controllere.

L’idea era una vera sfida: creare la prima mostra multimediale permanente in Ucraina, un luogo multifunzionale utilizzabile sia per il mapping che come galleria d’arte convenzionale. Front Pictures, in quanto studio di tecnologie innovative, sapeva di dover creare qualcosa di veramente eccezionale e su larga scala.

Inizialmente, l'azienda ha illuminato una parete della galleria con otto proiettori per dimostrare il concetto, producendo una piccola dimostrazione per il cliente. L'idea è stata ben accolta e così Front Pictures ha iniziato a sviluppare la documentazione di progetto necessaria. L'obiettivo dell'azienda era quello di mappare le pareti e le colonne della galleria con la massima risoluzione e luminosità, tenendo presente il rapporto costo-efficacia.

Front Pictures aveva già esperienza nella creazione di installazioni multimediali su larga scala, utilizzando un sistema di multiproiezione, ma questo particolare progetto ha alzato il livello. La proiezione doveva coprire un'area di 200 m di larghezza e 3.4 m di altezza, ottenendo una risoluzione estremamente elevata di 47 x 344 px con un formato video di 800:60. Inoltre, la densità dei pixel doveva essere molto più elevata rispetto alle mappature esterne.

I calcoli preliminari hanno mostrato che l'azienda potrebbe aver bisogno di 50-55 proiettori. Normalmente, così tanti proiettori richiederebbero l'uso di almeno cinque potenti server multimediali. Tuttavia, prima di questo progetto, Front Pictures aveva già avuto l'esperienza di connettere fino a 32 proiettori a un singolo server multimediale, utilizzando la tecnologia proprietaria Screenberry per creare un'esperienza visiva coinvolgente per eventi e spettacoli.

I tecnici dell'azienda hanno iniziato a cercare un modo per collegare tutti i proiettori a un unico computer. All'inizio, Front Pictures ha progettato un'architettura server in grado di supportare fino a 64 proiettori. L'azienda ha assemblato un potente server con un processore Intel a sei core, 32 GM di RAM, array RAID SSD (che offre l'incredibile cifra di 3 GB al secondo) e due delle più recenti GPU NVIDIA Quadro (K6000 basate sulla tecnologia Kepler).

Le GPU sono state sincronizzate con l'aiuto di NVIDIA Quadro Sync. Immagini frontali utilizzate 14 Datapath dalla visualizzazione wall controllers collegati a un solo server multimediale per distribuire il segnale video da due schede grafiche NVIDIA Quadro (con otto uscite) a tutti i 52 proiettori: secondo l'azienda, 52 proiettori potrebbero rappresentare un record mondiale. Front Pictures afferma inoltre di non poter rivelare tutti i dettagli del progetto poiché l'azienda ha utilizzato la sua tecnologia unica, che consente di collegare numerosi proiettori, di solito è possibile utilizzarne più di 16.

L'azienda ha utilizzato Datapath prodotti nei suoi sistemi dal 2001, soprattutto perché “i prodotti sono molto affidabili e consentono di realizzare sistemi molto stabili e allo stesso tempo flessibili”.

Una caratteristica importante del display x4 wall controllers è la loro capacità di essere programmati facilmente su qualsiasi frequenza e risoluzione. Ciò significa che possono essere utilizzati sia in eventi che in installazioni permanenti, con un grado di flessibilità che offre un certo livello di protezione futura. Nell'Art Mall, che si trova in un incrocio trafficato vicino al ponte sud di Kiev, esiste il potenziale per aumentare in futuro il numero di proiettori fino a 64 senza grandi cambiamenti. Ciò può essere reso possibile semplicemente aggiungendo altro Datapath visualizzazione x4 wall controllere.

Altre sfide del progetto riguardavano la modifica di TouchDesigner software per riprodurre file con una risoluzione così estrema, mentre il passo successivo è stato quello di configurare le GPU: per ottenere le massime prestazioni e una riproduzione video fluida, l'azienda ha dovuto passare attraverso numerose combinazioni di impostazioni e parametri.

Per ottenere un perfetto allineamento del proiettore, la pipeline di output includeva non solo la riproduzione video, ma anche distorsione geometrica, effetti di fusione e correzione del colore, che venivano applicati al flusso video in tempo reale. Dopo due mesi di messa a punto e una serie di esperimenti, è stata realizzata una riproduzione perfettamente sincronizzata e fluida.

Dal punto di vista dell'hardware, Front Pictures ha utilizzato proiettori ultracorti con un rapporto di 0.49, in modo che i visitatori non proiettassero ombre sulle pareti. Tuttavia, la particolarità degli obiettivi grandangolari è che non hanno zoom o spostamento dell'obiettivo. Quindi ogni proiettore doveva essere montato con una precisione centimetrica. Anche i cavi video sono stati disposti in modo tale che i cavi di alimentazione non causassero interferenze. La lunghezza totale dei cavi ha superato i 1800 m.

Un'altra fase fondamentale del progetto è stata la creazione di un modello per il video di Front Picture designerS. Sulla base del disegno del layout di proiezione, è stata creata una mappa UV in cui la posizione esatta di ciascun pixel sulla mappa corrispondeva al pixel proiettato sul muro. La mappa UV (o frame) aveva una risoluzione estrema di 6,848 x 6,848 px, o 46.9 MP per ciascun frame. Inoltre, la durata totale del video era di 43 minuti ovvero 64,500 fotogrammi e quindi l'azienda ha dovuto aggiornare il proprio file server, aggiungendo altri 20 TB di spazio su disco e schede da 10 GB al server e workstationAiuta a garantire un flusso di lavoro efficace.

Front Pictures ha dimostrato di poter fornire non solo una soluzione tecnica, ma anche creare contenuti entusiasmanti. Il feedback positivo è stato tale che il cliente ha ora coinvolto Front Pictures in due nuovi progetti. Un progetto, la mostra Alice nel Paese delle Meraviglie, collegherà fino a 64 proiettori su un unico server multimediale, rendendolo così ancora più spettacolare. L'azienda prevede inoltre di utilizzare questa tecnologia collaudata per la creazione di gallerie multimediali in tutto il mondo.